Print bookPrint book

vol. IV - n. 1 gennaio-febbraio-marzo 2021 - NEW

 

Site: moodle.adaptland.it
Course: Professionalità studi - OPEN ACCESS
Book: vol. IV - n. 1 gennaio-febbraio-marzo 2021 - NEW
Printed by: Guest user
Date: Saturday, 23 October 2021, 1:08 AM

scarica il PDF del fascicolo


INDICE E ABSTRACT



Editoriale

MICHELE TIRABOSCHI, La figura dei rider tra regole e contenuti professionali


Ricerche: Rider. Quale lavoro?

LOREDANA ZAPPALÀ, Le condizioni di lavoro nelle piattaforme: quale strategia europea di tutela del lavoro digitale?
[abstract]

LUIGI DI CATALDO, Il mercato del food delivery nella città di Catania. Un caso di studio interdisciplinare: dalla composizione della categoria al rapporto di lavoro
[abstract]

GIOVANNI PIGLIALARMI, Il nodo (giuridico) del sistema di determinazione del compenso nell’accordo Assodelivery-UGL Rider
[abstract]

CLAIRE MARZO, Crisi sanitaria e lavoratori su piattaforma: un confronto tra Francia e Regno Unito
[abstract]

NANCY SIRVENT HERNÀNDEZ, Actividad de plataformas y Derecho del Trabajo: avances y asignaturas pendientes
[abstract]

Loredana Zappalà Le condizioni di lavoro nelle piattaforme: quale strategia europea di tutela del lavoro digitale?

Obiettivi: Il contributo analizza l’evoluzione della politica sociale europea in materia di lavoro tramite piattaforme digitali. Metodologia: Lo studio si avvale di una metodologia incentrata sull’approfondimento della prospettiva di intervento delle istituzioni comunitarie in materia. Risultati: L’esito dell’analisi evidenzia come il dialogo delle istituzioni comunitarie su una strategia regolativa ad hoc del lavoro delle piattaforme sia ormai avviato. Limiti e implicazioni: L’analisi si sofferma sul dibattito che dovrebbe condurre all’approvazione di una direttiva sul lavoro tramite piattaforme, di cui però ancora non si ha un testo in versione nemmeno provvisoria. Originalità: L’analisi mette in luce la complessità dei potenziali aspetti della regolazione del lavoro tramite piattaforme.

Parole chiave: pilastro sociale, condizioni di lavoro, piattaforme digitali, trasparenza



Loredana Zappalà Working conditions on platforms: which European strategy for the protection of digital work?

Purpose: The contribution analyzes the evolution of European social policy on employment through digital platforms. Methodology: The study uses a methodology focused on deepening the perspective of intervention of the EU institutions on the subject. Findings: The outcome of the analysis shows that the dialogue of the EU institutions on an ad hoc regulatory strategy for the work of the platforms has now started. Research limitations/implications: The analysis focuses on the debate that should lead to the approval of a directive on platform work, of which, however, there is still no text in even a provisional version. Originality: The analysis highlights the complexity of the potential aspects of the regulation of platform work.

Keywords: social pillar, working conditions, digital platforms, transparency.

torna all'indice »

Luigi Di Cataldo Il mercato del food delivery nella città di Catania. Un caso di studio interdisciplinare: dalla composizione della categoria al rapporto di lavoro

Obiettivi: La ricerca si propone di descrivere la conformazione assunta dai rider in una realtà urbana del Sud-Italia e di fornire evidenze originali sul rapporto di lavoro con le aziende che si avvalgono di piattaforme digitali. Metodologia: è di tipo induttivo, empirico e interdisciplinare. Le tecniche impiegate afferiscono alla ricerca sociale (138 interviste strutturate, 29 interviste non strutturate, 3 focus group) e all’analisi giuridica (normativa, giurisprudenziale, cartolare e sugli strumenti e le comunicazioni attraverso cui si struttura e sviluppa il rapporto di lavoro). Limiti: le evidenze prodotte risentono, ovviamente, del rapido e incessante mutamento del campo di indagine, mentre i risultati sulla composizione della categoria sono strettamente connessi al contesto geografico. Implicazioni: le informazioni prodotte dalla ricerca possono essere utilizzate per lo sviluppo del dibattito giuridico e politico sulla regolamentazione del settore, a partire dalle vertenze qualificatorie di questi rapporti di lavoro fino alle azioni promosse dagli organismi sindacali. Originalità: La ricerca rappresenta la prima indagine scientifica sulla composizione dei rider in un’area del Sud-Italia. Il metodo d’analisi sul rapporto di lavoro è originale e ha prodotto evidenze inedite.

Parole chiave: GIG economy – Digital labour platform – Food delivery – Rapporto di lavoro – Poteri datoriali – Rider



Luigi Di Cataldo The food delivery market in the city of Catania. An interdisciplinary case study: from the category composition to the employment relationship

Objectives: The research aims to describe the conformation assumed by riders in a Southern Italy urban context and to provide original evidences on the working relationship between riders and companies using digital platforms. The methodology used is inductive, empirical, and interdisciplinary. The techniques used are related to social research (138 structured interviews, 29 unstructured interviews, and three focus groups) and legal analysis (law texts, case law, the contractual models, the tools and the communications through which the employment relationship is structured and developed). Limitations: the evidences produced are obviously affected by the incessant evolution of the investigation field, while the results on the category composition are closely linked to the geographical context. Implications: The information produced by the case study can be used for the development of the legal and political debate on the sector regulation, starting from the disputes on classification of relationship to the actions promoted by the trade unions. Originality: The research represents the first scientific investigation of the category composition in an area of Southern Italy. The analysis's method on the employment relationship is original and it has produced unpublished evidence.

Key words: GIG economy – Digital labour platform – Food delivery – Working relationship – Employers powers – Riders

torna all'indice »

Giovanni Piglialarmi Il nodo (giuridico) del sistema di determinazione del compenso nell’accordo Assodelivery-UGL Rider

Obiettivi: Il contributo analizza la legittimità giuridica della determinazione del compenso secondo i criteri dell’accordo Assodelivery-UGL Rider. Metodologia: L’analisi si avvale di una metodologia incentrata sull’analisi giuridico-normativa della disciplina legale e collettiva. Risultati: L’esito dell’analisi dimostra che la normativa consenta alle piattaforme digitali di compensare i rider attraverso un sistema c.d. di cottimo puro. Limiti e implicazioni: L’analisi non prende in considerazione il problema della rappresentatività dei sindacati; piuttosto, chiarisce la portata derogatoria della delega disposta in favore della contrattazione collettiva. Originalità: L’analisi mette in luce che non è ancora pacifico cosa determini il tempo di lavoro produttivo dei rider.

Parole chiave: compenso, rider, piattaforme digitali, autonomia.



Giovanni Piglialarmi The (legal) node of the compensation system in the agreement Assodelivery-UGL Rider

Purpose: The contribution analyzes the legal legitimacy of determining the remuneration according to the criteria of the Assodelivery-UGL Rider agreement. Methodology: The analysis uses a methodology focused on the legal-normative analysis of the legal and collective discipline. Findings: The outcome of the analysis shows that the legislation allows digital platforms to compensate riders through a so-called system of pure piecework. Research limitations/implications: The analysis doesn’t take into consideration the problem of the representativeness of trade unions; rather, it clarifies the derogatory scope of the delegation ordered in favor of collective bargaining. Originality: The analysis talks about it isn’t clear what determines the productive working time of the riders.

Keywords: compensation, rider, digital platforms, self-employed.

torna all'indice »

Claire Marzo Crisi sanitaria e lavoratori su piattaforma: un confronto tra Francia e Regno Unito

Obiettivi: Il contributo confronta e analizza le soluzioni giuridiche approntate in Francia e nel Regno Unito per affrontare le conseguenze della crisi pandemica e proteggere i lavoratori su piattaforma. Metodologia: Analisi giuridico-normativa e comparazione della disciplina legale. Risultati: L’analisi mette in luce come i due Paesi abbiano reagito rapidamente alla crisi con misure di ampio respiro ma non siano riusciti ad affrontare la situazione specifica dei lavoratori su piattaforma. Limiti e implicazioni: L’analisi mostra i limiti dell’applicazione di un sistema generale di protezione a lavoratori non standard. Originalità: L’originalità del contributo risiede nel derivare dalla comparazione su un caso specifico considerazioni generali su una necessaria evoluzione verso meccanismi idonei a garantire diritti di protezione sociale universali.

Parole chiave: lavoro su piattaforma, digitalizzazione, coronavirus, protezione sociale, efficacia regolatoria.



Claire Marzo Coronavirus crisis and platform workers: comparision between France and the United Kingdom

Purpose: The purpose of this article is to compare and assess French and British legal reactions to the coronavirus pandemic in order to protect platform workers. Methodology: The methodology is based on legal analysis and comparison. Findings: It shows that these two countries reacted rather quickly to the crisis with broadly encompassing measures but failed to tackle the specific situations of vulnerable platform workers. Research limitations/implications: It shows the limits of the application of a general inclusive protection system to ‘out of the box’ workers. Originality: Its originality is to draw from a practical comparison to emphasize the need for evolution and emphasis on universal social protection mechanisms and rights.

Keywords: platform work, digitalisation, coronavirus pandemic, social protection, legal responsiveness.

torna all'indice »

Nancy Sirvent Hernández Attività delle piattaforme e diritto del lavoro: avanzamento e materie in sospeso

Obiettivi: L’articolo cerca di affrontare i problemi posti dalla regolamentazione del lavoro nelle piattaforme digitali. Metodologia: L’approccio si basa sul metodo giuridico, si analizzano i riferimenti legislativi e la letteratura giuridica in materia. Risultati: L’analisi svolta evidenzia la necessità di standard armonizzati che garantiscano un quadro normativo sicuro per i lavoratori che erogano servizi attraverso questo tipo di piattaforma. Limiti e implicazioni: Sono state evidenziate le problematiche derivanti dalla mancanza di specificità con riferimento ai diritti di informazione riconosciuti ai rappresentanti dei lavoratori e le difficoltà di interpretazione degli algoritmi utilizzati per determinare le condizioni di lavoro. Allo stesso modo, viene rilevata la necessità di estendere la tutela ai lavoratori di tutti i tipi di piattaforme. Originalità: L’articolo analizza i contenuti della legge sui “riders” recentemente approvata in Spagna, la prima in materia in Europa.

Parole chiave: piattaforme digitali, diritti di informazione, logaritmi, lavoratori.



Nancy Sirvent Hernández Platform activity and labor law: progress and pending subjects

Purpose: The study tries to address the problems posed by the regulation of the labor rights of digital platform workers. Methodology: The approach is based on a legal method, analyzing the law and legal literature on the subject. Results: The analysis carried out highlights the need for harmonized standards that ensure a safe regulatory framework for workers who provide services through this type of platform. Research Limits and implications: The most important shortcomings were the problems deriving from the lack of specificity regarding the information rights recognized to workers' representatives and the difficulties in interpreting the algorithms used to determine working conditions. Similarly, the need to extend the protection to workers of all types of platforms is highlighted. Originality: The article analyzes the contents of the law on "riders" recently approved in Spain, the first in Europe on the subject

Key words: digital platforms, information rights, logarithms, workers.

torna all'indice »