Print bookPrint book

vol. II - n. 4 marzo-aprile 2019

 

Site: moodle.adaptland.it
Course: Professionalità studi - OPEN ACCESS
Book: vol. II - n. 4 marzo-aprile 2019
Printed by: Guest user
Date: Friday, 22 October 2021, 11:35 PM

scarica il PDF del fascicolo



INDICE E ABSTRACT



Editoriale

PATRIZIA MAGNOLER, TOMASO TIRABOSCHI, GUGLIELMO TRENTIN
, Saperi, apprendimenti e orientamento: uno sguardo d’insieme per avvicinarsi al seamless learning


Ricerche: Seamless learning: sfide e opportunità per la formazione e la didattica, tra potenziamento e dispersione dell’apprendimento

GUGLIELMO TRENTIN
, Apprendimento senza soluzione di continuità negli spazi ibridi dell’infosfera
[abstract]

PETER SEOW, IVICA BOTICKI, GEAN CHIA, Designing and Implementing Seamless Learning with Teachers
[abstract]

MANUEL BEOZZO, MATTEO COLOMBO, Nuovi paradigmi formativi per una nuova integrazione tra scuola e lavoro: sviluppare la cultura dell’apprendistato attraverso il seamless learning
[abstract]

ADELE CORBO, Il seamless learning come nuova frontiera della formazione nelle imprese
[abstract]

RICCARDO BUBBIO, SERENA CANDEO, MONICA LA CAVA, Seamless learning nelle organizzazioni: utopia o realtà? Un viaggio tra neuroscienze ed ecosistemi formativi per comprendere le sfide delle aziende 4.0
[abstract]

STEFANO DI TORE, MICHELE DOMENICO TODINO, ANTONINA PLUTINO, Le wearable technologies e la metafora dei sei cappelli per pensare a supporto del seamless learning
[abstract]

Guglielmo Trentin Apprendimento senza soluzione di continuità negli spazi ibridi dell’infosfera

L’infosfera è quell’ambiente globale, costituito principalmente da informazioni, in cui agenti biologici e artefatti ingegnerizzati, costantemente interconnessi fra loro, interagiscono trasversalmente alle dimensioni reali e digitali. Noi tutti vi siamo immersi e la animiamo attivamente attraverso i nostri dispositivi mobili connessi in rete senza soluzione di continuità. In questo contributo si discute come l’infosfera rappresenti una sorta di humus per i cosiddetti “spazi di apprendimento ibridi”, ossia nuovi ambienti prodotti dalla sublimazione delle dimensioni reali e digitali degli spazi in cui può aver luogo il processo di insegnamento-apprendimento. La questione principale che verrà discussa è: come gli spazi ibridi dell’infosfera possono favorire un apprendimento senza soluzione di continuità attraverso la contestualizzazione del processo di apprendimento e la fusione dei processi di apprendimento formale, non-formale e informale?

Parole chiave: incorporamento, infosfera, spazi di apprendimento ibridi, mobile learning.


Guglielmo Trentin Seamless learning in the infosphere hybrid spaces

The term infosphere denotes the entire informational ecosystem populated by all informational entities (whether generated by biological agents or engineered artefacts) interacting at the same time across real and virtual dimensions. We are all immersed, to one extent or another, in the infosphere through the use of always-on mobile devices. This paper discusses how the infosphere represents the humus for so-called "hybrid learning spaces", i.e. spaces derived by the sublimation of the real and virtual dimensions of the spaces where teaching-learning processes can take place. The main question is: how can hybrid spaces in the infosphere foster seamless learning through the contextualization of learning and the fusion of formal, non-formal and informal learning processes?

Keywords: embodiment, infosphere, hybrid learning spaces, mobile seamless learning.

torna all'indice »

Peter Seow, Ivica Boticki, Gean Chia Progettare e implementare l’Apprendimento Continuo con gli insegnanti

Questo articolo traccia lo sviluppo delle lezioni di Apprendimento Continuo in una scuola primaria di Singapore, partendo da una ricerca pilota di classe singola fino a un'implementazione su scala ridotta che copre 12 aule. Utilizzando una metodologia di implementazione basata sulla progettazione, i ricercatori hanno co-progettato con gli insegnanti lezioni di scienze basate sulle idee di Apprendimento Continuo mediate l’utilizzo delle tecnologie mobili. Attraverso fasi iterative di progettazione e realizzazione delle lezioni, gli insegnanti hanno sviluppato la capacità di progettare lezioni di Apprendimento Continuo, che hanno permesso loro di spostare le loro pratiche di insegnamento dall'istruzione diretta alla costruzione della conoscenza e aumentare l'uso della tecnologia per un apprendimento significativo basato sull'indagine. In sintesi, questo documento condivide il processo di progettazione e implementazione delle lezioni di Apprendimento Continuo, il supporto necessario per gli insegnanti e le sfide incontrate nell'implementazione di Apprendimento Continuo.

Parole chiave: apprendimento continuo, lezione di progettazione, implementazione, progettazione dell'insegnante.


Peter Seow, Ivica Boticki, Gean Chia Designing and Implementing Seamless Learning with Teachers

This article traces the development of Seamless Learning lessons in a Singapore Primary school, beginning from a single class pilot research to a scaled-up implementation covering 12 classrooms. Using a design-based implementation methodology, researchers co-designed with teachers Science lessons based on the ideas of Seamless Learning mediated by the use of mobile technologies. Through iterative phases of designing and enacting the lessons, teachers developed the capacity to design Seamless Learning lessons, which allowed them to shift their teaching practices from direct-instruction to knowledge construction and increase the use of technology for meaningful inquiry-based learning. In overview, this paper shares the process of designing and implementing Seamless Learning lessons, the support needed for teachers and the challenges encountered in the implementation of Seamless Learning.

Keywords: seamless learning, design lesson, implementation, teacher design.

torna all'indice »

Manuel Beozzo, Matteo Colombo Nuovi paradigmi formativi per una nuova integrazione tra scuola e lavoro: sviluppare la cultura dell’apprendistato attraverso il seamless learning

In Italia l’apprendistato (di I e III livello) fatica, per varie ragioni, a decollare. La diversità di linguaggio tra scuola e impresa perpetua l’assenza di riconoscimento, anche sociale, verso una cultura della formazione “pratica”. La comparazione con il modello duale tedesco sottolinea come una diversità di approccio all’organizzazione dell’apprendistato, strutturato su una reale dualità formativa, sia in grado di garantire efficacia e interesse diffuso. In questo contesto di equilibrio formativo e di integrazione tra teoria e pratica le nuove tecnologie trovano ampia applicazione. Il contributo pone come riflessione la considerazione verso un maggiore impiego di dispositivi tecnologici e del digitale per tentare di avvicinare il mondo della scuola e il mondo produttivo, agendo positivamente sull’espansione dell’apprendistato, creando prospettive formative altre, svincolate da aspetti come tempo e luogo, secondo l’approccio suggerito dal seamless learning, favorendo la diffusione di un vero e proprio nuovo paradigma culturale.


Parole chiave: seamless learning, mezzi digitali, apprendistato, sistema duale tedesco.


Manuel Beozzo, Matteo Colombo New educational paradigms for a new integration between school and work: develop the apprenticeship’s culture through the seamless learning

In Italy the apprenticeship (I and III level) is, for more reasons, hardly present. Because of a distance between school and company, a lack of (social) recognition for a culture of “practical” formation is preserved. The comparison with the German dual system underlines how a different approach to the apprenticeship’s organisation, based on a real dual vocational education, is able to guarantee efficiency and a large interest. In a contest of formation’s balance and integration between theory and practice new technologies find wide applications. The article reflects on a major use of technological devices and digital processes in order to put more in contact school and productions systems. This will have a positive impact on the diffusion of the apprenticeship, creating new formations perspectives, released from time and space, according to the seamless learning approach, which may be able to spread a new cultural paradigm.


Keywords: seamless learning, digital devices, apprenticeship, German dual system.

torna all'indice »

Adele Corbo Il seamless learning come nuova frontiera della formazione nelle imprese

Il tema del seamless learning gode da diversi anni di una crescente attenzione da parte della ricerca, in virtù del cambiamento che ha vissuto e sta vivendo tutt’ora il concetto di apprendimento. Tuttavia sono scarse le ricerche che propongono un’analisi delle sue possibili implementazioni in contesti diversi da quello accademico. È possibile pensare a un apprendimento seamless anche nelle imprese, dove la conoscenza ha ormai acquisito un valore centrale per l’employability delle professionalità e per la sopravvivenza dell’impresa stessa in un contesto di Industria 4.0?

Parole chiave: formazione aziendale, Industria 4.0, conoscenze tacite, apprendimento, tecnologia.


Adele Corbo Seamless learning as a new frontier for employer-led training

The topic of seamless learning has been recently considered with attention by the researchers, because of the evolution of the concept of learning. However the analysis about a possibile implementation of a seamless learning approach in a firm are very scarce. Is it possibile to conceive a seamless learning approach also in a work-based context, where the resource of knowledge has acquired a central value for the worker’s employability and the survival of the company as well, in a Industry 4.0 context?

Keywords: employer-led training, Industry 4.0, tacit knowledge, learning, technology.

torna all'indice »

Riccardo Bubbio, Serena Candeo, Monica La Cava Seamless learning nelle organizzazioni: utopia o realtà? Un viaggio tra neuroscienze ed ecosistemi formativi per comprendere le sfide delle aziende 4.0

Viviamo un’epoca di cambiamenti tecnologici senza precedenti e di rapida espansione globale, dove la capacità delle Persone di imparare, disimparare e imparare di nuovo velocemente è l’ingrediente indispensabile alle aziende per affrontare la velocità esponenziale della trasformazione del business. Nel passato, le persone imparavano per poter lavorare, nel futuro, le Persone dovranno “lavorare” per apprendere continuamente. In questa logica, la formazione costituisce uno strumento fondamentale per evitare l’obsolescenza delle skill e per favorire l’innovazione. Il seamless learning nelle organizzazioni è un campo di ricerca tutto nuovo e che presenta molteplici sfide. Alcune, sono legate ai nuovi modelli organizzativi emergenti che richiedono alle Persone di essere attive e responsabili verso il proprio apprendimento, altre connesse alle nuove tecnologie e al loro uso quali fattori abilitanti dell’esperienza di apprendimento, altre ancora, portate dagli studi neuroscientifici sulla comprensione del processo di apprendimento per progettare esperienze formative potenziate.

Parole chiave: seamless learning nelle organizzazioni, neuroscienze, ecosistemi formativi.


Riccardo Bubbio, Serena Candeo, Monica La Cava Seamless learning in organizations: utopia or reality? A journey between neuroscience and learning ecosystems to understand the challenges of companies 4.0

We are living in an age of unprecedented technological change and rapid global expansion, where the people ability to learn, unlearn and learn again quickly is the critical ingredient for companies to face the exponential speed of business transformation. In the past, people learned to work, in the future, people will have to "work" to learn continuously. In this logic, learning is a fundamental tool to avoid the obsolescence of skills and to promote innovation. Seamless learning in organizations is a whole new field of research and displays many challenges. Some are related to new and emerging organizational models that require people to be active and responsible for their own learning, others related to new technologies and their use as enabling factors of the learning experience, and others, brought by neuroscientific studies on the understanding of the learning process to design enhanced learning experiences.

Keywords: seamless learning in organizations, neuroscience, educational ecosystems.

torna all'indice »

Stefano Di Tore, Michele Domenico Todino, Antonina Plutino Le wearable technologies e la metafora dei sei cappelli per pensare a supporto del seamless learning

In questo articolo si presenterà un prototipo di wearable technology, realizzato attraverso Arduino e in fase di studio avanzata nella sua versione e-textile con LilyPad, presso l’Istituto di Istruzione Secondaria di Secondo grado “Caravaggio” di San Gennaro Vesuviano, atto a favorire le esercitazioni semplesse dei “sei cappelli per pensare” che si terranno presso l’Università degli Studi di Salerno. Quest’attenzione nei riguardi delle wearable technologies è motivabile perché esse potrebbero divenire in futuro sempre più degli ausili a supporto del processo di insegnamento-apprendimento seamless. Infatti, le tecnologie indossabili, soprattutto se sviluppate con concezione IoT (Internet of things) possono generare un continuum nel processo di insegnamento-apprendimento per coloro che vogliono o devono seguire un percorso proposto in modalità seamless learning.

Parole chiave: semplessità, Arduino, LilyPad, e-textiles, wearable technologies, Internet delle cose, formazione.


Stefano Di Tore, Michele Domenico Todino, Antonina Plutino Wearable technologies and Six Thinking Hats to improve seamless learning

In this paper will be described a prototype of wearable technology, made through Arduino and soon upgraded with LilyPad e-textile technology, realized at the High School Institute “Caravaggio” of San Gennaro Vesuviano, designed to support future “Six Thinking Hats” simplexity exercises at the University of Salerno. Focusing on wearable technologies is important because, in the future, they will be usual tools to support seamless learning. Besides, the IoT (Internet of Things) wearable technologies generate a continuum - in the teaching-learning process - for students who will learn seamless.

Keywords: seamless learning, Arduino, LilyPad, e-textiles, wearable technologies, Internet of things, training.

torna all'indice »